Juventus, Allegri: «Barcellona? Possiamo farcela»

0 462

Il tecnico alla vigilia dell’andata dei quarti di finale: «Messi è ancora il numero uno, ma Dybala ha un gran futuro davanti»

TORINO “Non sono preoccupato, ma c’è grande rispetto per il Barcellona”. Massimiliano Allegri presenta così l’andata dei quarti di Champions tra Juventus e Barcellona, in programma domani allo Stadium. “Ci saranno grandi valori in campo, sia tecnici che fisici – dice il tecnico a Premium Sport -, ma è normale che sia così: è un quarto di Champions”.

I convocati della Juventus

LE SCELTE – “Mandzukic, Pjanic e Cuadrado? Credo che saranno tutti in campo. Tra Alex Sandro e Asamoah devo ancora decidere, stanno tutti bene. Sarebbe fondamentale non prendere gol, è vero, ma dobbiamo farli. Il Barça ne ha tanti nei piedi”.

POSSIBILITA’ “Ci credo tantissimo – conclude Allegri a Premium -. C’è la convinzione di poter passare il turno e arrivare in fondo. Questo dobbiamo avere in testa, altrimenti partiamo battuti in partenza”.

Poco dopo, in conferenza stampa, Allegri ha toccato altri argomenti.

DYBALA-MESSI  – “Paulo ha fatto dei passi da gigante, è diverso da Messi, numero uno al mondo, Suarez e Neymar. Lui è giovane e sta crescendo molto e con il brasiliano può essere uno dei due più bravi in futuro”.

REMUNTADA “Ha insegnato che nel calcio non c’è nulla di scontato. Prima, però, pensiamo a far bene la partita d’andata. E’ un quarto importante, come quello tra Bayern e Real Madrid. Bisognerà giocare con grande serenità, tecnica ed equilibrio in campo”.

I PRECEDENTI – “E’ la decima volta che incontro il Barcellona (8 con il Milan, ndr). Quanto è cambiata la Juve rispetto alla finale di Berlino? Tanto. In campo, domani, ci saranno solo due giocatori che erano in campo due anni fa, ovvero Buffon e Bonucci”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

due + tredici =